×

Avviso

Non ci sono cétégorie

90527670_206178710603435_6303283901846519808_n.jpg

Il sindaco di Castiglione Messer Raimondo Vincenzo D'Ercole (foto) rende noto che, a seguito di una importante interlocuzione con il direttore del dipartimento prevenzione Ercole D'Annunzio della Asl di Teramo, nella giornata di mercoledì 1 Aprile, sui nostri territori comunali vi saranno due ambulanze che effettueranno tamponi per il virus Covid-19.
Tali controlli, in questa prima fase, riguarderanno le persone che, individuate dai medici di base hanno dei sintomi da coronavirus e sono a casa, oltrechè con una postazione fissa si estenderanno alle persone che per lavoro sono quotidianamente esposti al rischio contagi e trasmissione.
A titolo esemplificativo: farmacisti, volontari, operatori di qualsiasi genere che per via della loro attività lavorativa sono a contatto con le persone.
Un piccolo passo in avanti che ci consentirà, nei prossimi giorni, di avere un quadro più delineato dei contagiati, già infinitamente troppi per la nostra realtà.
Per i comuni di Castiglione,Castilenti,Montefino nella giornata di Mercoledì 1 Aprile. Seguiranno informazioni organizzative.
Seguirà il resto della Vallata.

Intanto si registra ancora un morto a Castiglione Messer Raimondo, paesino del Teramano considerato la ‘Vo’ d’Abruzzo’, dove si contano 56 casi di Coronavirus su poco più di duemila abitanti. E’ la quinta vittima in due giorni e la tredicesima dall’inizio dell’emergenza. Si tratta di un anziano che era ricoverato all’ospedale di Atri (Teramo), padre di un 51enne morto ieri. Nel paesino martoriato dall’emergenza partono i tamponi a tappeto: riguarderanno, inizialmente, le persone con sintomi e tutti coloro che per lavoro sono esposti a rischio contagio.

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni