×

Avviso

Non ci sono cétégorie

LedadisegnoEtichette.
Maledetti fabbricanti di etichette.
Maledetti voi che le etichette le applicate: nero, bianco, cristiano, musulmano, fascista, zecca, indù, musogiallo, puttana, ladro, povero, sporco,grassa, ignorante...
Ed ogni volta sottolineate con astio, con livore e quel senso palese di schifo ogni parola detta, perché voi siete superiori, perché voi siete meglio, perché voi sapete cosa sia giusto o sbagliato. Sapete cosa fare, come farlo e chi ci deve guadagnare o rimettere.
Ma tutti voi, voi che vi credete buoni e giusti, voi che vi sentite e credete potenti, voi che sentenziate da quegli altri scranni di sterco che vi siete costruiti, altro non siete se non la vergogna di chi è umano, di chi ha senso di giustizia, quella vera, di chi difende la legalità, la vita, la libertà propria e quella altrui di esistere in un mondo migliore di quello che vorreste voi.
Voi altro non siete che i vermi striscianti che comprano voti a suon di promesse, che imoicciate nei luighi di potere per avere la poltroncina che dà guadagno, quelli che rispondono solo male a tutti perché superiori, che non sanno chiedere scusa, che non ammettono le colpe, che ogni idea, al di fuori della loro, va derisa e bocciata. Siete quei magistrati mossi da astio politico e fame di potere, quelli che fanno tutto solo perché lo ordina qualcuno ed ogni volta uccidete la giustizia e la libertà di tutti.
Magari siete quegli uomini di giustizia che non rendono onore alla propria divisa e a chi quella divisa la indossa con abnegazione, amore e rispetto, impotenti mentali con un pitete non meritato. Voi altro non siete se non la donnina morigerata e santa che dà della puttana alla donna che esce, ride e vive invece di stare chiusa in un matrimonio finto o in una relazione finita. Voi altro non siete se non quell'impiegatuccio represso che odia quello bravo e allora sparla mettendo voci in giro "va con il capo/ è nipote di..." , o magari quello raccomandato che si prende meriti altrui, maltratta gli altri e sbeffeggia tutti perché "intoccabile".
Voi siete il razzista ad ogni costo o il "buonista" per eccellenza, siete quello di sinistra o di destra che odia a prescindere l'altro, senza conoscere, senza domandare, senza ascoltare.
Voi siete il ginocchio sul collo di un uomo che muore chiedendo aria e la mamma, siete il fermo di una nazione che non può cambiare perché qualcuno lo ordina, siete quello buono che sa chi è cattivo e allora lo insinua in silenzio, strisciando, a voce bassa, rovinando le vite altrui. Siete la corruzione che non fa ricostruire, che trova sempre il modo di mangiare sui lavori che fa.

Voi siete il potere corrotto della cattiveria, e voi, tutti voi, mi fate schifo.

Leda Ragas
(Lo firmo perché ci tengo)

Per il "maledetti" ringrazio l'articolo di Leo Nodari che mi ha ispirata.

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni