×

Avviso

Non ci sono cétégorie
Stando ad una fonte confidenziale, contattata dalla nostra testata, una busta, contenente due proiettili, sarebbe stata recapitata questa mattina ad un alto dirigente dell'Amministrazione Provinciale di Teramo. La busta, che sarebbe stata immediatamente sequestrata e sulla quale sarebbero in corso indagini, sarebbe un chiaro segnale di minaccia, un gesto palesemente intimidatorio che, secondo una prima lettura del fatto, potrebbe essere riconducibile ai fatti che hanno interessato Teramo Lavoro, la società in house della Provincia, messa in liquidazione all'inizio del 2013, ma finita al centro di una serie di inchieste della magistratura. Per ora, sul fatto, tutti mantengono il più stretto riserbo. Secondo altre ipotesi, invece, a ricevere la busta sarebbe stato un funzionario del settore edilizia, e questo aprirebbe il campo a tutta una serie di valutazioni e ipotesi legate al mondo degli appalti.

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni