×

Avviso

Non ci sono cétégorie
Mastromauro e Brucchi. Una holding composta dai quattro soggetti pubblici: Cirsu, Mote,Unione dei Comuni della Vibrata e  Piomba-Fino, sara' costituita prossimamente su volontà dei sindaci di Giulianova e Teramo ma anche del Mote e del Cirsu. L'intesa e' stata stretta ieri sera a conclusione di una cena organizzata da Francesco Mastromauro che si e' svolta a Giulianova, all'hotel Cristallo e alla quale hanno preso parte: Ermanno Ruscitti, Angelo di Matteo, Francesco Mastromauro e Maurizio Brucchi. Una riunione, una cena a base di pesce,  che ha messo tutti d'accordo: "abbiamo fatto - dichiara Mastromauro - una bella riflessione, molto seria per il bene di tutto il territorio e per mettere in atto un disegno gia' inserito all'interno di una legge regionale grazie ai quattro soggetti pubblici: Cirsu, Mote, Unione dei Comuni e Piomba-Fino. La mia idea e' quella di creare una holding con all'interno le quattro societa' pubbliche. tutto questo perche' il polo tecnologico - prosegue Mastromauro - deve essere rimesso a disposizione di tutto il territorio della provincia di Teramo.". Prossimo passo?  "Dobbiamo far sedere attorno ad un tavolo tutti i sindaci interessati per costruire un unico soggetto interessato alla tecnologia e agli impianti. Non ai servizi. Ora io e il collega Brucchi - dice ancora Mastromauro - lavoreremo per creare questa holding che ha come obiettivo quello di fare l'interesse del territorio e dei cittadini e così arrivare a varare una tariffa unica per tutto il territorio. Un tavolo tecnico deciderà poi, la valutazione dei singoli beni delle società". Mastromauro valuta dunque positivamente la cena al Cristallo di ieri sera perchè dice, quando due amministratori hanno lo stesso obiettivo nell'interesse della provincia di Teramo non puo' che essere una gran bella cosa per il bene dei cittadini.

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni