×

Avviso

Non ci sono cétégorie
DCF 1.0 Ripartire dalla formazione, da una scuola che esce dalle aule e porta gli studenti nelle aziende e nei campi per fondere teoria ed esperienza e transitare il settore verso il futuro. Il primo accordo, Caterina Provvisiero dirigente dell’Istituto Superiore Di Poppa – Rozzi, lo ha siglato con Gennaro Montecchia e ieri 40 studenti sono stati ospiti del Frantoio Montecchia dove si è tenuto il convegno sulla profonda crisi che ha attraversato il settore nel 2014, con una riduzione di produzione dell’olio che oscilla tra il 65 e l’80%. Grazie al programma, che alterna scuola e lavoro, gli studenti dell’Istituto Agrario parteciperanno a convegni, attività di monitoraggio nei campi e saranno inseriti in un laboratorio di Panel Test per i consumatori. Il convegno è stato aperto dai Saluti del Sindaco di Morro D’Oro Michele Poliandri, e ha registrato la partecipazione di oltre duecento tra agronomi, coltivatori di olivo, produttori e naturalmente studenti. Le previsione sull’andamento del 2015 però si potranno fare solo tra i mesi di aprile e maggio e molto dipenderà dalle condizioni climatiche. Più farà freddo maggiori saranno le probabilità che il parassita muoia. Luciano Pollastri, agronomo dell’Assessorato regionale all’Agricoltura e Domenico D’Ascenzo, del Servizio fitosanitario regionale, hanno raccomandato un monitoraggio costante delle piante e dei campi, scoraggiando la sanificazione dei terreni troppo in anticipo, perché inutile. Fare squadra e informazione rappresenta il modo giusto per ripartire per Gennaro Montecchia secondo cui la produzione di olio rappresenta ancora oggi una risorsa per l’economia agricola abruzzese, come confermano i dati forniti dall’Assessore regionale all’Agricoltura Dino Pepe: “ Sono oltre 55.000 le aziende che coltivano olivo per un patrimonio di quasi 9 milioni di piante e una superficie di 42.689 ettari. Di queste aziende 13.236 sono in provincia di Teramo per una superficie olivetata di 7.790 ha, e dove è attiva la Dop Pretuziano delle Colline teramane, una delle tre Dop di olio abruzzese. Per il prossimo quinquennio il nuovo Piano di Sviluppo Rurale prevede cospicui finanziamenti per il settore – ha poi aggiunto l’Assessore Pepe – con particolare attenzione alla qualificazione del prodotto, al miglioramento della filiera e alla comunicazione”. L’Assessore ha inoltre annunciato che presto verrà attivata una pagina sul portale web della Regione dove tutti potranno trovare informazioni tecniche e news di settore. La pagina sarà interattiva per stimolare anche un confronto di idee e richieste. Novità per gli studenti delle scuole Agrarie regionali che potranno fare Stage in Regione e seguire i lavori degli uffici per l’elaborazione e la stesura dei Piani di Sviluppo per l’Agricoltura. Grande attenzione hanno suscitato i sistemi colturali ad alta densità di cui ha parlato Giuseppe Rutiliano di Agromillora Italia, proposte che potrebbero trovare sostegno nelle linee di finanziamento del PSR regionale in particolare per gli interventi sulla struttura produttiva, per elevare la capacità di produzione delle aziende. Il Convegno è stato promosso dal Frantoio Montecchia con la collaborazione dell’Istituto Di Poppa- Rozzi di Teramo, con il Patrocinio della Regione Abruzzo e il Comune di Morro D’Oro. Valido per crediti formativi per Agronomi, Forestali, Periti agrari e Agrotecnici.  

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni