R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
  • ENEL PUNTO
×

Avviso

Non ci sono cétégorie

vincenzocaporaleL’ex direttore dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale, Vincenzo Caporale, è stato condannato a 2 anni e mezzo per Peculato e al risarcimento del danno nei confronti dell’Izs, da liquidarsi in separata sede. L’inchiesta è stata portata avanti dal pm Greta Aloisi ed era relativa ad una serie di presunti rimborsi non dovuti e liquidati in relazione alle trasferte istituzionali a Parigi nella sesede dell'Oie, l'organizzazione mondiale della sanità animale di cui Caporale era componente del direttivo oltre che presidente di una commissione scientifica. Il caso verteva in particolare, così come ricostruito dalla guardia di finanza, sui rimborsi per le spese sostenute con le carte di credito durante i viaggi istituzionali, per pagare anche gli hotel e i viaggi stessi. Secondo l’accusa, il direttore dell’Izs Caporale avrebbe chiesto e ottenuto il rimborso delle spese dall’istituto anche se l’Oie prevedeva già il pagamento delle spese sostenute dai suoi componenti. Secondo la procura, Caporale «indebitamente avendone la disponibilità per ragione del suo ufficio, avrebbe utilizzato risorse finanziarie dell'ente per un importo complessivo non inferiore e 11.616,13 e, segnatamente, pagava con carta di credito aziendale le spese di soggiorno relative alla trasferte Oie e poi, al rientro della missione, presentava all’istituto la relativa documentazione giustificativa senza comunicarne il già avvenuto rimborso da parte dell’Oie». Dunque, doppi rimborsi. Caporale, che adesso potrà presentare ricorso in appello, era difeso dall’avvocato Gennaro Lettieri, l’Izs in quanto parte civile era rappresentato dall’avvocato Renzo Di Sabatino

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni