×

Avviso

Non ci sono cétégorie

carabinieribella2Nell'ambito delle intensificate attività di controllo del territorio disposte dal Comando Provinciale Carabinieri di Teramo sulla costa, nel pomeriggio di ieri, in Alba Adriatica, i Carabinieri del Reparto Operativo hanno controllato un cittadino bulgaro.
L'umo, P. P. L. Classe 1977 ha esibito una carta di identità rilasciata dalle autorità bulgare ma, il suo fare nervoso, ha insospettito i Carabinieri che hanno deciso di approfondire i controlli.
Condotto in caserma è stato sottoposto a fotosegnalamento. Dal responso della banca dati che accerta e compara le identità personali attraverso le impronte dattiloscopiche, è emerso che lo stesso era già stato fotosegnalato con altre generalità: B.T.A. classe 1979.
Il documento di identità in suo possesso è risultato falso, pertanto è stato tratto in arresto e associato presso la Casa Circondariale di Teramo.
Dai successivi controlli in Banca Dati Forze di Polizia sulla vera identità del Bulgaro, è stato accertato che B.T.A. era destinatario di un mandato di arresto europeo, probabile motivo che lo ha indotto a celare la sua identità con un documento falso..
Il mandato di arresto europeo a suo carico è stato emesso su richiesta dell'autorità giudiziaria bulgara, perché condannato ad un anno di reclusione per lesioni gravi, reato commesso in Sofia nel 2008.
Nella mattinata odierna i Carabinieri del Nucleo Investigativo hanno notificato il provvedimento restrittivo a B.T.A. direttamente in carcere, dove lo stesso si trovava già recluso.

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni