×

Avviso

Non ci sono cétégorie
Comune contro Comune. Con tanto di ricorso al Tribunale. E' quanto accade in Val Vibrata e i due enti, l'un contro l'altro armati, sono il Comune di Sant'Omero e il Comune di Controguerra. Oggetto della lite che sfocerà in un'azione legale innanzi ai giudici teramani è il compenso solo parzialmente pagato a metà per il segretario comunale che, come noto, per un periodo, è stato a “scavalco” tra i due enti. Il nuovo sindaco di Sant'Omero, Andrea Luzii, ha ereditato infatti dalla passata giunta Pompizii un decreto ingiuntivo per somme non pagate dal Comune. Un decreto che arriva dal vicino Comune di Controguerra che ha ricorso al tribunale per rientrare in possesso delle somme relative alla convenzione fra Comuni per l’utilizzo del segretario comunale. Un accordo che risale, per intenderci, al 2008 tra Controguerra e Sant’Omero per un segretario a scavalco, appunto. Ma dei 101mila euro spettanti (complessivamente) al segretario comunale la metà, secondo gli accordi, li avrebbe dovuti liquidare il Comune di Sant’Omero rifondendo la spesa a Controguerra. Un accordo disatteso visto che, nel nel 2009, dei circa 56mila euro solo 30mila sono stati rimborsati al Comune di Controguerra: nelle sue casse mancano, dunque, ancora 26mila euro. Dal 2009 sono trascorsi oltre cinque anni e di quei soldi Controguerra proprio non riesce a vedere traccia. Per questo l'intenzione è quella di incassarli a tutti i corsi facendo valere le proprie ragione ben al di là delle sedi istituzionali dell'Amministrazione comunale ma rivolgendosi direttamente al Tribunale. Al sindaco di Sant'Omero, Andrea Luzii, adesso, verificare il da farsi per evitare una causa per 26mila euro.  comune controguerra

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni