×

Avviso

Non ci sono cétégorie
Teramo Ambiente potrà essere totalmente pubblica, ma vanno valutati i costi economico-finanziari, in primis, che inevitabilmente dovranno essere affrontati dai singoli Comuni. Questa in estrema sintesi la decisione condivida nel conclave del Comune di Teramo. Domani mattina il sindaco Brucchi col presidente del Mote Ruscitti a Roma incontrerà il custode giudiziario per definire il cronoprogramma per l'uscita della custodia dalla compagine societaria. Non si esclude, per quanto riguarda il breve termine, la messa a gara degli altri servizi extra rispetto a quello di igiene urbana e spiazzamento, e quindi: pulizia immobili, musei, segnaletica stradale e verde pubblico, che scadono il 30 aprile 2015 (non si contemplano i servizi cimiteriali che scadono nel 2021). Secondo il sindaco la TeAm ha tutte le carte in regola per candidarsi al ruolo di gestore unico per i rifiuti nel Teramano. GUARDA IL SERVIZIO

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni