×

Avviso

Non ci sono cétégorie
“Una punta di diamante per il nostro territorio, che non può essere ignorata ma che, anzi, va incoraggiata e potenziata”. Così il consigliere regionale del Pd Luciano Monticelli descrive l’Osservatorio Astronomico di Collurania al quale ha recentemente fatto visita. Numerose le attività illustrate all’amministratore da parte dello staff e del direttore Roberto Buonanno, che ha ripercorso assieme al consigliere la storia secolare alle spalle della struttura ed elencato gli ambiziosi progetti che bollono in pentola per il futuro. “Si tratta di obiettivi – racconta meglio Monticelli – importanti non solo per ciò che concerne la comprensione dei misteri del cielo, ma anche per l’intera città di Teramo e per la nostra Regione perché sia evidente ai giovani che la ricerca, la cultura e l’innovazione possono generare lavoro ed economia”. Unico Osservatorio presente nell’Italia centrale, la struttura di Collurania è infatti impegnata nella realizzazione di progetti internazionali e tutte le ricerche vengono condotte in stretta collaborazione con astronomi di tutto il mondo.  Non solo. “Lo scorso anno – continua Monticelli – l’Osservatorio Astronomico ha fruito di un finanziamento Fse-Abruzzo nell’ambito del progetto speciale multiasse ‘Sistema Sapere e Crescita’ realizzato dai Laboratori Nazionali del Gran Sasso e in gran parte utilizzato per borse di studio per giovani abruzzesi”. Da qui la richiesta da parte di Buonanno e del suo team, che chiedono l’estensione del progetto da parte della giunta regionale, oltre alla possibilità di un ulteriore supporto finanziario in modo da reperire risorse da dedicare proprio ai giovani che svolgono la funzione di ‘Guide Didattiche’. In questo modo, infatti, sarebbe possibile aprire la struttura didattica di cui Collurania dispone tutti i giorni e renderla fruibile a studenti e famiglie di una larga area geografica. “Ho la convinzione – conclude Monticelli – che il progetto possa rappresentare un punto di riferimento culturale e operativo per i giovani, perché scienza, tecnica e arte insieme possono creare lavoro, ma soprattutto un’occupazione di qualità. Per questo porterò con me in Regione quanto appreso da questa visita, impegnandomi affinchè l’ente che rappresento faccia di tutto per potenziare quest’eccellenza regionale”. foto (19)  

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni