R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
×

Avviso

Non ci sono cétégorie

dirittiumaniDiciamolo subito, la questione dei diritti umani non mi interessa. Io vivo secondo il motto “Sta bene Rocco? Sta bene tutta la rocca” Alla domenica sportiva ho sentito dire che in Arabia Paese ancora profondamente oscurantista, le donne devono portare il velo. Vabbè e allora ? Stapposto. Che poi oscurantista o no se si gioca a pallone io sto a posto? Non possono uscire da sole, non possono guidare l’auto se non accompagnate. Embè? Stapposto. Come ? Le violenze sulle donne sono punite in meno della metà dei casi? Embè? Come dice Giustino “Stetv a la cas ca niscun vacciment, addo tenet da j?”
National Family Program dell’Onu scrive che l’80% delle minori in Arabia Saudita è stato oggetto almeno una volta di violenze o abusi di varia natura? Cuscì s’ampar. Nel Paese wahabita in cui vige una rigida morale e la Sharia (legge islamica) è fonte del diritto, l’adulterio è punito con la pena di morte? Va bene. Se ci stava pure in Italia le femmine non ci stavano più. E comunque a me non me ne frega. Io voglio vedere la partita. Come ho visto scritto in questi giorni da fini intellettuali dotati di civiltà, comprensione, tolleranza e spirito democratico in grado di accettare idee e posizioni divergenti nel rispetto tra le persone, pure io dico che di ciò che accade in Arabia Saudita non me ne po’ fregà di meno. Conta la partita. Solo la partita. Facessero quello che vogliono, le donne le scuoiassero pure vive io voglio vedere la partita, ste donne che vogliono parlare le uccidessero di botte da mattina a sera ma per me conta solo la partita.
Anzi dico grazie all’arabia Saudita che per pochi milioni si sono comprati la mia dignità, ogni valore e rispetto per i diritti umani. Se la partita si vede facessero come gli pare. Vogliono imporre il medioevo? E va bene
Perché mai la Figc dovrebbe obiettare? Perché Juventus e Milan si dovrebbero opporre. Chiudere gli occhi è una forma esplicità di complicità ? E’ una vergogna.La discriminazione contro le donne è ovunque avvenga sempre e comunque vergognosa e inaccettabile”. Lega Calcio e Figc avrebbero potuto opporsi e dire un forte “NO” a questo scempio. Ad ogni costo”.
: un settore dello stadio "King Abdullah Sports City Stadium" di Gedda in Arabia Saudita sede della finale fra Juventus e Milan sarà riservato solo agli uomini e scoppia la polemica. Sui social si rinfocola la voce di chi non vuole che si giochi lì.
E’ vergognoso che la super coppa, un appuntamento sportivo importante dello sport italiano si giochi allo stadio "King Abdullah Sports City Stadium" di Gedda in Arabia Saudita, un Paese che schiaccia i diritti umani, implicato nell'atroce omicidio del giornalista Jamal Khashoggi . Cosa ? I soliti dicono che è una tristezza, una schifezza, e che la partita non la guardano ? Pazienza. Come ? la Supercoppa italiana si sarebbe dovuta giocare in Italia e qualche milione di euro poteva essere raccattato in altra maniera? Pazienza. C’è chi si aspetta una reazione di orgoglio da parte dei tifosi ? Si sbaglia, il tifoso vuole solo la partita. Come dice ? Chi ama il calcio rifiuta tutte le barriere sociali e culturali? E allora i cori razzisti e le mazzate volete togliercele ? . 
Hanno barattato i diritti delle donne e secoli di lotte per i diritti umani per un po’ di soldi ? Questo lo ammetto. Ora che accendo il cervello un attimo e penso che amare lo sport, il calcio, è amare la vita di tutti mi accorgo che il silenzio sui diritti civili violati in Arabia Saudita non è ammissibile. Il comportamento di accondiscendenza della Lega calcio e dei due club interessati, Juventus e Milan è da stigmatizzare profondamente. Chiedo -anche se invano- che ci sia un sussulto dignità
la Federcalcio blocchi subito questa vergogna assoluta e porti la Supercoppa in una nazione che non discrimina le nostre donne e i nostri valori".
Il sistema calcio deve assurgere ad autorità sui temi del rispetto dei diritti internazionale, soprattutto se vuole che questa partita diventi un fondamentale supporto alla promozione del made in Italy e dei suoi valori. Il calcio non fa politica, ma ha un ruolo sociale, in questo caso di veicolo di unione e comunanza , pace e rispetto tra popoli che non ha uguali in nessun altro settore.

Leo Nodari

leonodari

 

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni