R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
×

Avviso

Non ci sono cétégorie

adinolfLa notizia è clamorosa e potrebbe cambiare i destini dell’umanità: il Popolo della Famiglia Abruzzo, nella persona del coordinatore Mirko De Carli, mica cotica, entra a gamba tesa nel vivo della campagna elettorale regionale facendo pesare in modo determinante la loro presenza per il candidato Marco Meloni. Dovevano appoggiare Fabrizio Di Stefano che però non si candida più…. non è che qualcuno ha portato sfiga ?... allora appoggeranno Marco Meloni. Ancor più clamoroso è che l’ufficio di presidenza del tribunale del popolo abruzzese potrebbe annullare le elezioni e assegnare la vittoria delle elezioni regionali 2019 a tavolino. Ovviamente risulterebbe vincitore Marco Meloni, er gabbiano, proconsole d’Abruzzo sotto il comando e dominio della Lega padana. Del resto una lecita domanda si pone: a questo punto perché mai fare le elezioni, perché perdere tempo e soldi ora che con Marco Meloni è scesa in campo l’armata del Popolo della famiglia sotto la guida della nostra santa e beata vergine Simona, prega per noi.

Intanto i people  si buttano a capo fitto nel cuore dei problemi abruzzesi. Direte voi il lavoro per i nostri giovani ? Il turismo in crisi ? Centri commerciali si o no ? Più fondi alla cultura ma quale ? La formazione e l’Università ? Ma no questi sono temi banali e laicali. Tre sono i temi vincenti dei family people abruzzesi:

  • Vietato scopare:bisogna imparare a rispettare le donne. La vera donna fa l’amore per dovere e non per piacere. Altrimenti è giusto che ti prenda la malattia.
  • Basta con i froci: i diversi devono essere rinchiusi in un campo di concentramento per malati
  • Contrasto alla scelta di Beppe Grillo di schierarsi per l’obbligo vaccinale di Stato.

Non è uno scherzo. The people by Abruzzo hanno preso carta e penna e scritto che “il Movimento 5 Stelle in campagna elettorale dice una cosa per raccattare voti poi fa l’esatto opposto”. A scriverlo è un certo De Carli che parla al posto di Simona. Ma noi vogliamo e ascoltiamo solo la nostra Simona. Forever Simona, sancta virgin Mater Dei, Simona,
Qui in Ecclesia sunt Virgin, per gratiam et illuminationem Spiritus Sancti
Factum est infudit in cordibus fidelium, ,fidelis semper alla mission di salvare l'Italia dal baratro con l'aiuto di Dio e con lo sguardo benevolo di Maria Vergine.  

Si vocifera già di una mega adunata dentro la Panda dei Family people per protestare contro Grillo, i froci e i montatori. Che sarànno preoccupatissimi. Un mega fantoccio di paglia con le sembianze di Adinolf  Odinolf dovrebbe essere installato in piazza. All’ora del tramonto la nostra Simona, vestita di nero, al grido “Dio, patria, famiglia” darà fuoco al fantoccio gridando “Morte ai froci, a Rocco e a Beppe Grillo, diffusori del seme malefico e della peste”. Il popolo sarà chiamato in piazza in nome dei valori di Adinolf, separato ma contro il divorzio, ex Dc, ex Pd, ex montiano, ex fan 5 stelle, oggi con i fascisti, e l’incontro oceanico dentro la loro Panda bianca dalle gomme sgonfie si dispiegherà attraverso la costituzione di gruppi di preghiera che, con veglie e orazioni, cercheranno di fermare la decadenza morale della società, ispirandosi, in fatto di laicità dell'impegno politico, al luminoso modello iraniano. Amen.

Uno slogan unico guiderà i fasci alla vittoria: “morte ai froci, a morte Grillo, a morte Rocco e tutti quelli che gli piace la fica, il male assoluto” come direbbe Adinolf nella sua sconfinata bontà. E nessuna apertura per Rocco Siffredi considerato “il male assoluto”. Voi scherzate ma Adinolf lo ha detto veramente.

Però pare che questa posizione integralista sia ritenuta troppo intransigente da Simona. Una maggiore apertura per Rocco a Simona forse non dispiacerebbe.

Come hai tempi di Galilei difendere la scienza dalle divulgazioni di ciarlatani e pseudo scienziati non gli passa per la coccia. Come ai tempi di Giordano Bruno loro sono per non ascoltare la scienza. Che per noi peccatori equivale non solo all’oscurantismo e superstizione, ma anche dolore, sofferenza e morte di esseri umani. “una mentalità pari a quella dei terrapiattisti", scrive Grillo sul suo blog alludendo alle posizioni cospirazioniste dei sostenitori della teoria della Terra piatta, quella per cui il nostro pianeta non avrebbe forma sferica.

Come meravigliarsi. Come hai tempi di Giovanna D’arco per i family è impensabile sostenere la Scienza come valore universale di progresso dell’umanità, che non ha alcun colore politico, e che ha lo scopo di aumentare la conoscenza umana e migliorare la qualità di vita dei nostri simili.  Perché mai assicurare alla Scienza adeguati finanziamenti pubblici. Guai a implementare programmi capillari d’informazione sulla Scienza per la popolazione. Elaboriamo il lutto con un Amen.

Leo Nodari

leonodari

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni