R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
×

Avviso

Non ci sono cétégorie

WhatsApp Image 2019-01-19 at 13.12.27.jpeg

Quei sondaggi sono quelli che non ci hanno mai dato come prima forza politica durante le elezioni nella campagna elettorale per le politiche. Io non credo nei sondaggi. Non ci ho mai creduto quando andavano bene e non ci ho mai creduto quando vanno male. Io credo nei sondaggi delle persone, alle piazze, ai mercati, ma credo soprattutto a un'altra cosa, ai dati che devono migliorare la qualità della vita degli italiani". Lo ha detto il vicepremier e ministro del Lavoro, Luigi Di Maio commentando, nel corso di una passeggiata al mercato comunale di Teramo a margine del tour elettorale in Abruzzo per sostenere il candidato presidente alla Regione, Sara Marcozzi, i dati pubblicati oggi che vedono la Lega volare al quasi al 36% e ripiegare i 5 Stelle al 25,4%.

Chi propone referendum contro reddito mi fa ridere moriranno radical chic Il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio, mentre passeggia tra le bancarelle di Teramo per la campagna elettorale per le regionali con la candidata M5S alla presidenzadell'Abruzzo, Sara Marcozzi e mentre una signora teramana gli consegnava una lettera chiedendo aiuto alla ricerca di un lavoro. Così Di Maio rispondendo alle domande dei giornalisti: "Una volta si diceva 'moriremo democristiani', ma questa gente", cioé chi da sinistra e destra chiede un referendum contro il reddito Di cittadinanza, "morirà radical chic, perché non si ricorda più cosa significa avere sofferenze e non poter dar da mangiare ai propri bambini".

Anche lui come Salvini si è fermato spesso e volentieri a fare selfie con i cittadini, poi ha parlato dell'Ad del Teramo Calcio e delle frasi venute fuori in questi giorni sulla stampa nazionale.

ASCOLTA L'INTERVISTA A LUIGI DI MAIO

WhatsApp Image 2019-01-19 at 13.12.26(1).jpegWhatsApp Image 2019-01-19 at 13.12.25.jpeg

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni