×

Avviso

Non ci sono cétégorie

Il patto per una movida serena, ad Alba Adriatica, non sarà tanto serena visto che alla conferenza stampa che il sindaco ha convocato in Municipio per firmare tale patto c'erano solo una parte delle associazioni e mancavano quei locali che sono sempre affollati e che fanno la differenza tra i giovani. C'erano le associazioni: Federalberghi, Confcommercio, Fiba, Pro loco Spiaggia d'Argento, Ariaa, Albatour, Costa dei Parchi, Oba e Assohotel ma non basteranno a fare in modo che i giovani rispettino le regole di questa estate. Regole basilari che prevedono 15 impegni per i gestori dei locali che accolgono giovani tra i 14 e i 20 anni ogni sera.

Si legge e si chiede,  il rispetto delle regole e degli orari di chiusura, della capienza massima autorizzata e dei limiti e degli orari per la diffusione musicale, il contingentamento dei flussi e il divieto di vendita di alcolici ai minorenni. L'impegno al rafforzamento degli addetti alla sicurezza interna, all'introduzione della vigilanza esterna almeno per un'ora dopo la chiusura, ma anche a segnalare alle forze dell'ordine e a prevenire il rumore fuori dai locali.

WhatsApp_Image_2020-06-26_at_19.41.54.jpeg

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni