×

Avviso

Non ci sono cétégorie
Inizierà alle ore 15 di oggi l'assemblea di tutti i sindaci dei Comuni soci del Consorzio BIM. Una riunione convocata ad hoc per ratificare la volontà del primo cittadino di Tossicia, Franco Tarquini, di "adottare" quale delegato l'ormai ex presidente Franco Iachetti, perdente (in prima battuta) innanzi al Tar Abruzzo che ha respinto il ricorso per ottenere la sospensiva della revoca della delega da parte del Comune di Montorio. Ogni decisione sarà rinviato alla discussione nel merito innanzi ai giudici del Tribunale Amministrativo Regionale. Intanto, però, la "distanza" tra i sindaci del Bim e il collega di Montorio al Vomano, Gianni Di Centa, si fa sempre più tangibile. La stessa assemblea è chiamata ad esprimersi sull'ingresso, da delegato, proprio di Di Centa in seno al Bim visto che il Comune di Montorio ha diritto a due delegati e, dall'avvenuta revoca di Iachetti, è rimasto soltanto con un rappresentante. Sarà lo stesso sindaco a rivendicare la delega personale in seno al Consorzio, contro la quale si erano espressi gli altri sindaci dicendosi orientati ad attendere, per qualsiasi "modifica", il pronunciamento del Tar. L'ordinanza del Tar è arrivata il 14 maggio. Oggi dunque Di Centa dovrebbe rientrare a tutti gli effetti come delegato del proprio Comune, salvo colpi di scena dell'ultima ora. Una volta ratificata la volontà del Comune di Tossicia di delegare Iachetti, l'assemblea lo "rinominerà" presidente del Bim ma Iachetti ha già fatto sapere che rinuncerà all'indennità in attesa di ulteriori chiarimenti sul diritto o meno a percepirla. BIM IACHETTI

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni