R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
×

Avviso

Non ci sono cétégorie

WhatsApp_Image_2019-09-06_at_11.40.15.jpeg

 

Hanno firmato davanti alla platea i 12 nuovi capi dipartimento.

L’elenco:

Maurizio Di Giosia: responsabile amministrativo e ora manager pro tempore che commosso ha abbracciato Roberto Fagnano.

Poi l’elenco dei direttori:

Direttore del dipartimento oncologico Carlo D’Ugo, il più giovane tra tutti gli eletti
Direttore del dipartimento tecnico logistico Corrado Foglia confermato
Direttore del dipartimento dei servizi: Gabriella Lucidi Pressanti
Direttore del dipartimento materno-infantile: Anna Marcozzi
Direttore del dipartimento cardio - vascolare: Cosimo Napoletano
Direttore del dipartimento assistenza sanitaria territoriale: Valerio Profeta
Direttore del dipartimento medico: Bruno Raggiunti
Direttore del dipartimento chirurgico: Pietro Romualdi
Direttore del dipartimento staff di direzione: Franco Santarelli
Direttore del dipartimento di salute mentale: Nicola Serroni

«I nuovi primari sono stati scelti perchè è questa l’espressione del maggiore consenso espresso dai dipendenti. Per i primari sono stati scelti i primi delle terne», ha detto Fagnano nell’elencare poi i primari.

I NUOVI PRIMARI:

Nefrologia e dialisi: Luigi Amoroso ricercatore di nefrologia all’università di Chieti autore di numerosi testi scientifici. Dal 2017 lavora al Mazzini con un incarico di alta professionalità.
Medicina Interna: Francesco Delle Monache, lavora a Teramo dal 2016
Medicina Penitenziaria: Massimo Forlini
Ortopedia di Atri: Fabrizio Fascione originario di Cassino, ha lavorato al Santissima Annunziata di Chieti
Chirurgia Generale di Atri : Edoardo Liberatore
Ginecologia ed Ostetricia di Sant’Omero: Alessandro Santarelli
Servizio 118: Silvio Santicchia
Medicina Interna a Sant’Omero : Alfonso Schiavo
Servizio di farmacia: Ilenia Senesi a lavoro dal 2017

L’assessore Nicoletta Verì ha espresso la massima gratitudine al direttore Fagnano per i risultati ottenuti. Un lavoro importante che ha portato ad un equilibrio economico ed innovativo. L’azienda Asl di Teramo nel nostro tavolo di monitoraggio viene sempre preso di esempio. Fagnano vi sarà sempre più vicino grazie al suo importante ruolo che andrà a ricoprire da subito in Regione, ha detto l’assessore regionale.
Presenti anche i consiglieri regionali: Di Gianvittorio, Quaresimale e l’onorevole Bellachioma.

E poi la chicca del direttore generale commosso: Oggi lasciamo un atto concreto come il rifinanziamento degli investimenti ed in questo caso parliamo degli 81 milioni pronti dal Ministero per il nuovo ospedale di Teramo.

 

 

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni