×

Avviso

Non ci sono cétégorie

GIANGUIDODALBERTOGentili Amici, a Voi alcune riflessioni che voglio condividere e mi portano, da subito, a riferirVi che purtroppo le informazioni che giungono dall’ente Regione non ci consentono ancora di comprendere quale sarà il destino del nostro Abruzzo: ciò genera un profondo senso di disorientamento, non permettendoci di fare alcun tipo di programmazione circa anche il riavvio delle attività economiche penalizzate dal prolungarsi del periodo di chiusura.
Come Presidente ANCI, come Sindaco, auspico che tutte le istituzioni politiche possano trovare una modalità idonea per trasferirci le informazioni corrette poiché riconducibili alla nostra salute la cui tutela resta un diritto inalienabile.
L’amministrazione comunale è in contatto diretto con la Protezione Civile per pianificare al meglio le modalità con le quali si dovranno allestire i presidi per effettuare, appena possibile, i tamponi di massa che ricordo essere su base volontaria, ma con la speranza di raccogliere adesione completa.
Resta auspicabile, però, che tale operazione venga svolta in modo mirato, ovvero dando la precedenza a categorie quali: la popolazione scolastica; le forze dell’ordine; gli ospiti delle strutture residenziali; gli operatori nei settori di interesse, compresi quelli che gestiscono i rifiuti; le fasce più deboli, non autonome economicamente, al fine di intervenire prontamente, laddove necessario, per arginare la diffusione del Covid.
Purtroppo l’esperienza aquilana ci dice che non si è stati in grado di replicare il modello della Provincia Autonoma di Bolzano per assenza di una adeguata organizzazione.
Nel nostro comune oggi sono stati riscontrati 48 nuovi casi di contagio a fronte di più di 500 tamponi effettuati, con una incidenza pari all’8,2%. Permane, ahimè, la criticità del tracciamento poiché a noi amministratori non vengono neppure più comunicate le sorveglianze attive e ciò ci impedisce di non attenzionare prontamente una fascia di popolazione cittadina.
In merito alle residenze per anziani, si rileva che gli interventi della ASL, seppur tardivi, sono stati sostitutivi rispetto a quelli che dovevano esser fatti in via preventiva consapevoli ed in possesso dello storico proveniente dalla prima ondata della pandemia che ci ha travolti.
Per quanto attiene le realtà scolastiche emerge che laddove viene applicata la circolare ASL i risultati sono ottimi, mentre si riscontrano criticità in tutti gli altri casi e quindi torno ad invitare tutti i dirigenti ad attuare la stessa, non farlo è da irresponsabili.
Sono a lavoro, siamo a lavoro per la sicurezza di tutti noi. Un abbraccio virtuale a Voi e alla nostra Teramo!

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni