R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
×

Avviso

Non ci sono cétégorie

campitellilucianoNon ci sarà l'accordo con l'avvocato napoletano Giovanni Palma ma con l'imprenditore teramano Franco Iachini, che è pronto ad acquistare l'intero pacchetto azionario del club biancorosso mettendo fine, dopo 11 anni, all'era-Campitelli. La notizia di ieri è arrivata come un fulmine a ciel sereno ieri ed oggi viene riportato da tutti i quotidiani e viene data come "certa".

Gli scenari presenti e futuri del Teramo sono cambiati all'improvviso ieri, scrive oggi Il Centro, quando un blitz di Luciano Campitelli a Roma, nello studio di Palma, ha dato il via all'incredibile ribaltone. Le firme non ancora siglate dal notaio sull'intesa di massima trovata martedì nell'azienda di Campitelli (che per quest'anno avrebbe mantenuto il 51 per cento delle quote e ceduto il 49 per cento a Palma) hanno lasciato aperte le porte ad un'altra pista, quella che conduce a Iachini. Una pista, quest'ultima, che, secondo alcuni rumors, si è materializzata anche grazie alla spinta del sindaco di Teramo Gianguido D'Alberto. Bisognerà adesso trovare l'accordo con Iachini, nei prossimi giorni, per realizzare l'operazione di cessione totale del club. La strada, però, sembra già tracciata. Campitelli, conferma i clamorosi sviluppi delle ultime ore: «È tutto vero», dice il presidente biancorosso, «perchè credo che sia giusto dare l'opportunità ad un imprenditore bravo, serio e di successo (il riferimento è a Iachini) di condurre il Teramo ancora più in alto di dove si trova adesso. Lui ha le caratteristiche giuste per poterlo fare. Colgo l'occasione per ringraziare i due soci di minoranza, Mauro Schiappa e Luigi Di Battista, che hanno dimostrato di avere grande sensibilità e disponibilità. Le loro quote (del 10 per cento a testa, ndc) tornano nelle mie mani e poi le girerò alla nuova proprietà».Campitelli è dunque pronto a cedere il 100 per cento delle quote. Per me è la soluzione ideale. Nel week-end o al massimo all'inizio della prossima settimana vedrò Iachini per definire i dettagli della trattativa e credo che un accordo si troverà. Stiamo preparando tutta la documentazione necessaria. Il mio stato d'animo?». Franco Iachini, interpellato dal Centro nella tarda serata di ieri, dichiara: «Non corriamo. La trattativa è iniziata da qualche giorno e ci prendiamo un po' di tempo per provare a chiuderla. In tutte le cose che faccio ci metto sempre passione e razionalità. L'acquisto del Teramo sarà più un'operazione fatta con la testa che con il cuore, almeno in questa fase. Se mi affiancherà qualcuno? A me piacciono le società dispari, ma tre soci sono troppi», risponde Iachini, «perciò è una cosa che farò da solo, con la consapevolezza che se avrò bisogno ci saranno amici pronti a supportarmi, essendo un ambito che conosco poco». L'avvocato Giovanni Palma dice: «Luciano è venuto a Roma per comunicarmi che aveva cambiato idea. Ne prendo atto», scrive ancora Il Centro.

Per il Teramo sta adesso per aprirsi un nuovo corso.

 

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni