×

Avviso

Non ci sono cétégorie

Una grande impresa ai campionati italiani Juniores (under 20) e Promesse (under 23) in corso a Grosseto. Lorenzo Mantenuto è stato autore di una delle migliori prestazioni dell’intera manifestazione. Si è laureato campione italiano nel salto in lungo Promesse con la misura di 7,74 metri, che lo colloca quindicesimo nella graduatoria italiana di tutti i tempi a livello under 23. Che potesse vincere, il 21enne portacolori dell’Atletica Gran Sasso Teramo allenato da Claudio Mazzaufo e Marco Di Marco, poteva essere messo nei pronostici, alla luce del brillante terzo posto agli Italiani assoluti di Padova di tre settimane prima con 7,52 “ventoso”. A destare maggiore sensazione è la misura, 7,74 metri ottenuta con vento regolare (+ 1,7 metri al secondo), che gli fa compiere un deciso balzo in avanti: 22 centimetri rispetto al precedente personale e record regionale. Una prestazione che, oltre a inserirlo al quindicesimo posto nella graduatoria italiana di sempre under 23, lo pone quarto in quella assoluta stagionale. Una gara apertasi subito con il piede giusto per Mantenuto, atterrato a 7,45 nel primo turno. Un primato in classifica che gli veniva però sottratto da Samuele Campi (La Fratellanza Modena) nel terzo turno, con 7,54. Mantenuto si è prima avvicinato al primo posto, con 7,53 al quinto turno, e poi balzato in vetta al sesto e ultimo salto di finale, atterrando a 7,74 metri.WhatsApp_Image_2020-09-19_at_14.29.07.jpegWhatsApp_Image_2020-09-19_at_14.29.08.jpegWhatsApp_Image_2020-09-19_at_14.29.081.jpeg

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni